Dicembre 18, 2023

    1998 Sun Wu K’ung publishing (95 pagine)

    Biu Gee 鏢指 (Biu Tze) nasconde nei suoi movimenti ripetitivi una tremenda efficacia, tanto che viene insegnata come ultima forma nello Yung Chun (Wing Chun).


    Considerata da molti praticanti, come la “forma segreta” del sistema, quella cioè che veniva insegnata solo dopo un lungo tirocinio ed esclusivamente a “porte chiuse”, è caratterizzata da sistematici movimenti, quasi tutti portati con le dita. Questo genere di tecnica è “e sasperata” in tutte le direzioni e i movimenti sono effettuati con varie angolazioni.


    Gli spostamenti, eseguiti nella classica posizione Jou Mah, si snodano in direzioni alternative e intermedie, facendo acquistare alla sequenza, profondità nella sua esecuzione, una sorta di tridimensionalità che è assente nelle prime due forme dello stile (Siu Nim Tau 小念頭 e Cham Kiu 尋橋).
    Il perfetto allineamento e la giusta tensione al momento dell’impatto, rendono le dita molto più forti e resistenti, tanto che in un combattimento reale esse sono in grado di poter agevolmente penetrare con efficacia i punti di pressione prescelti.


    Molte delle sue tecniche sono applicabili al Muk Yan Jong 木 人 樁 (l’Uomo di Legno), caratteristico e particolare “manichino” che in questo sistema, è utilizzato nell’allenamento delle tecniche. Biu Gee, è un’ottima sequenza introduttiva per la pratica delle 108 posizioni che rappresentano lo stadio successivo di pratica e che vengono effettuate sull’uomo di legno.

    🢐 Tutte le Pubblicazioni

    Want to know about our offers first?
    Subscribe our newsletter

    Subscribe our newsletter

    [mc4wp_form id="806"]

    error: © Copyright by Shifu KuDeYi (Luigi Guidotti)